Consigli e guida su materassi a molle tradizionali o insacchettate

Guida al materasso con molle tradizionali e insacchettate: caratteristiche e differenze

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La Secilflex Academy oggi ha un obiettivo preciso: scrivere una guida sulle principali tipologie di molle per materassi. Non è stato un compito facile, la specializzazione nel nostro campo ha raggiunto livelli alti con la creazione di prodotti molto sofisticati. Tuttavia proveremo a darvi indicazioni utili a decidere in caso di acquisto di un nuovo materasso.

Il Materasso a molle tradizionali: caratteristiche principali

Dettaglio di uno dei nostri materassi a molle Golden Versione FirmIl nostro articolo inizia con l’analisi del classico materasso: il materasso a molle tradizionali.

Conosciuto anche come materasso a molle Bonnell, molto spesso viene associato al concetto di materasso ortopedico, cioè un materasso rigido che fa bene alla schiena. Ma il materasso a molle classico, come tutti i materassi, può essere strutturato in diversi modi.

Pertanto una doverosa premessa è quella di non generalizzare mai pensando che basta prenderne uno qualsiasi per aver soddisfatte tutte le proprie aspettative.

Le variabili che possono fare di un materasso a molle classico un prodotto di qualità o meno sono tante, vediamo di approfondirne qualcuna.

La prima variabile è certamente il molleggio che è formato da:

  • numero di molle;
  • spessore del filo d'accaio;
  • altezza del molleggio;
  • numero dei giri delle spire variabile.

Come starete già notando, il giudizio su un materasso a molle tradizionali non è poi così scontato. Questi quattro fattori sono solo alcuni che influenzano in modo abbastanza importante la qualità del materasso stesso.

Ovviamente come da premessa non sono i soli a determinarla.

Le molle sono legate tra loro mediante un filo d’acciaio che rende la struttura solida, ma che aumenta il trasferimento delle sollecitazioni su tutto il materasso. Per fare un esempio di questo meccanismo pensate a un materasso matrimoniale: le sollecitazioni date dai movimenti del partner saranno avvertire maggiormente dall’altra persona.

Ovviamente questa criticità può essere compensata con diversi accorgimenti, il principale sarà certamente quello di isolare nel miglior modo possibile il molleggio, limitandolo parzialmente, senza rinunziare alla sua principale peculiarità ovvero: la reattività.

Essa risulta molto spesso indispensabile per aiutare gli individui che necessitano fisiologicamente o per patologie di essere aiutati nel cambio di posizione notturna agevolandolo, diminuendo così notevolmente le possibilità di sentirsi meno riposati al mattino.

Tendenzialmente i materassi a molle tradizionali poco imbottiti/ o imbottiti con materiali scadenti, risultano apparentemente convenienti dal punto di vista del prezzo, ma certamente molto meno performanti e spesso fastidiosi nell’ eccesso di molleggio percepito, nonché del possibile rumore, oltre che dare maggiori problemi di avvallamento del prodotto nel breve periodo.

Materassi a molle economici: consigli e avvertimenti

Molti materassi a molle classici di basso costo presenti sul mercato spesso utilizzano accorgimenti che apparentemente vanno a soddisfare una tipologia di cliente interessato a materassi che danno la sensazione di essere rigidi ad una prima breve, e non corretta, prova del materasso.

Dal nostro punto di vista il consiglio migliore che ci sentiamo di dare e di non farsi mai trarre in inganno da prezzi molto appetibili, che nascondono quasi sempre amare sorprese alla prova dei fatti, quando il materasso sarà in uso a casa del cliente.

Un buon e ben fatto materasso a molle tradizionali può ancora oggi essere adatto ad alcune tipologie di persone. Ovviamente è necessario spiegare che i limiti del concept costruttivo fisiologico del tipo di materasso non potranno soddisfare alcune esigenze che si basano su dati oggettivi, studiati per far riposare bene e correttamente le persone.

Materasso a molle indipendenti: caratteristiche principali

Dettaglio di uno dei nostri materassi a molle Floa ReIl materasso a molle indipendenti nasce da una filosofia totalmente differente. Anche questo materasso possiede varie caratteristiche da prendere in esame:

- molle più o meno rigide;
- molle più o meno alte;
- spessori del filo d’acciaio diversi: si tiene conto sia del molleggio mono zona, sia del molleggio con zone differenziate, che lavorano in base alle esigenze e con un numero di variabile in base alla loro funzione.

Perché si chiamano “molle insacchettate? Perché anch’esse possono essere strutturate in modi molto differenti, però le molle sono, appunto, separate una dall’altra e legate tra loro mediante l’utilizzo dei loro sacchetti, i quali possono essere di varie qualità, collegati da saldature di vario genere quali l’incollaggio, la termo-fusione del tessuto ed in casi molto rari anche da cuciture.

La loro caratteristica fondamentale?Ogni molla lavora in maniera differente, rispetto alla pressione esercitata dal livello di compressione ricevuta.

In questo modo il peso del nostro corpo viene distribuito in maniera più “scientifica”, ergonomicamente, in modo da favorire la microcircolazione del sangue.

Tutte le fasce muscolari coinvolte durante il sonno, come quelle lombari, dorsali o cervicali, subiranno una pressione differente e adattata ai nostri movimenti favorendo un riposo più ottimale e quindi la qualità del nostro sonno. Il nostro Floa Re è stato costruito proprio in base a questi principi.

Ma anche in questo caso vanno fatti diversi distinguo ed è sempre necessario partire dalla solita premessa: non è detto che due materassi con molle insacchettate e indipendenti siano uguali. Al contrario, nella maggioranza dei casi questa tipologia di materasso viene pensata e assemblata dalle aziende con materiali molto diversi tra loro e soprattutto con concetti costruttivi totalmente differenti.

Anche qui il consiglio che sentiamo di darvi, se state selezionando il vostro prossimo materasso, è di diffidare sempre dal prezzo. Un materasso è l’unione di tantissimi elementi differenti: appunto la tipologia di molle, il Memory Foam, il Lattice o poliuretani molto evoluti. Esistono differenti fasce di prezzo e classi di appartenenza: è brutto dirlo ma andare sotto certe soglie di target di prezzo equivale ad avere brutte sorprese.

Detto ciò, è altresì bene precisare che è vero che bisogna diffidare del prezzo basso, ma senza pensare e dare per scontato che l’alternativa sia comprare per forza un materasso molto costoso. 

Nella scelta di un nuovo materasso è molto importante saper selezionare a chi ci affideremo: dopo una corretta anamnesi della situazione, si sceglierà, insieme e con fiducia, quale sia il materasso più giusto da scegliere.

Molle indipendenti e molle insacchettate e molle tradizionali: caratteristiche e differenze

Rispondiamo subito a una domanda che ci viene spesso fatta: “qual è la differenza fra molle insacchettate e indipendenti con le molle tradizionali?”.

Tenuto conto di quanto detto prima, cioè che ogni singolo materasso è un oggetto estremamente complesso, la differenza più rilevante è nei concetti costruttivi del solo molleggio.

Le molle che vengono dette “insacchettate” sono rivestite da un tessuto che ne favorisce l’isolamento acustico e il loro non essere collegate da un filo d’acciaio ne aumenta le performance ergonomiche, mentre quelle a molle tradizionali favoriscono la compattezza e il sostegno a seconda del tipo di materasso che si andrà ad assemblare.

Cosa scegliere fra materasso a molle tradizionale o insacchettate?

Primo punto: generalizzare non aiuta mai il cliente ad operare una scelta consapevole. Anzi, la generalizzazione non vi sarà mai d’aiuto per riuscire a fare termini di paragoni tecnici e di convenienza del prezzo.

Cosa vogliamo dirvi? Che, quando ci chiedete un giudizio su un materasso, o un consiglio su quale materasso scegliere, una risposta generica ovviamente c’è e va data.

Ma per chi vuole approcciarsi correttamente ad un acquisto l’approfondimento andrà fatto sul singolo oggetto sul quale si è intenzionati ad investire, e non genericamente sulla caratteristica principale del prodotto.

Facendo un esempio pratico, all’interno della linea dei materassi a molle dovranno essere presi in esame:

  • molleggio;
  • materiale utilizzato;
  • performance richieste;
  • quantità di molle;
  • ecc…

All’interno dello stesso brand, e all’interno della stessa linea di materassi, esisteranno quindi modelli totalmente differenti. Non cadete nel “tranello” di associare automaticamente una qualità a una tipologia di materasso, come ad esempio l’associazione che il materasso a molle tradizionali sia un materasso ortopedico perchè più rigido.

La Secilfex Academy termina qui questa analisi, ma vi ricordiamo che potete contattarci e visionare i nostri prodotti per vedere quale è il materasso più idoneo al vostro fisico. Non ci stancheremo mai di ripeterlo: non esiste il materasso perfetto, esiste il materasso adatto per le vostre caratteristiche


Banner call to action Secilflex

Parla ora con un esperto del riposo

Se vuoi maggiori informazioni, compila questo modulo. Il nostro esperto del riposo ti ricontatterà gratuitamente e senza impegno per una consulenza personalizzata sul dormire bene.

Categorie Corporate News